11° Raduno Suzuki 4×4: 80 equipaggi tra pioggia e fango ai piedi del Monviso

Set 27, 2022 ,

Sabato 24 settembre si è svolto sulle Alpi piemontesi il meeting annuale degli degli amanti delle Suzuki 4×4

Alla manifestazione hanno preso parte 80 vetture, tutte dotate di trazione integrale Suzuki 4×4.

Gli oltre 150 partecipanti hanno potuto attraversare la magnifica cornice naturale della Val Varaita e della Valle Po, raggiungendo i piedi del Monviso, dove è stato allestito anche un parco giochi off-road

La passione per i motori e l’amore per le Suzuki a trazione integrale sono più forti anche del freddo e del maltempo e lo ha dimostrato in modo chiaro l’11° Raduno Suzuki 4×4 che si è svolto lo scorso sabato 24 settembre sulle Alpi piemontesi. Nonostante condizioni meteo non ottimali, con pioggia insistente e basse temperature, l’appuntamento annuale che riunisce gli amanti delle tuttoterreno di Hamamatsu si è rivelato un grande successo, regalando emozioni indimenticabili e tanti sorrisi ai circa 150 partecipanti. Anche in quest’edizione 2022 si è ricreato il clima allegro e conviviale che da sempre contraddistingue la community dei suzukisti con la passione dell’off-road, il quadro perfetto per passare in spensieratezza una giornata con la propria auto a stretto contatto con la natura.

Divertimento per tutti

Gli 80 equipaggi iscritti all’11° Raduno Suzuki 4×4 si sono ritrovati presso l’Azienda Agricola Dal Bessé di Frassino (CN), e dopo le registrazioni e il briefing dell’Organizzazione, la carovana delle Suzuki si è messa in movimento e ha attraversato dapprima la Val Varaita. Seguendo gli apripista le vetture hanno quindi fatto rotta verso la Valle Po per raggiungere i piedi del maestoso Monviso, anche conosciuto come il Re di Pietra.

Come da tradizione, Suzuki ha individuato un itinerario suggestivo, adatto anche ai SUV e ai mezzi non specialistici, e ha studiato una variante più tecnica e sfidante, dedicata ai mezzi equipaggiati di marce ridotte.

Oltre che da tante Vitara e S-Cross, il primo tracciato è stato superato con straordinaria disinvoltura anche da alcune Swift e Ignis, su cui ha viaggiato uno degli ospiti d’onore dell’evento, il samurai della cucina Hirohiko Shoda, meglio noto come Chef Hiro.

I guidatori più esperti e intraprendenti hanno potuto invece mettere alla prova se stessi e le loro vetture fuoristrada, superando i tratti più impervi del percorso “ridotte”, resi ancor più impegnativi dall’umidità e dal fango. In mezzo a numerosi Jimny è stato molto ammirato l’esemplare di Jimny con allestimento racing T2 affidato al pilota Lorenzo Codecà, plurititolato alfiere Suzuki nel Campionato Italiano Cross Country Rally.

Grazie a questo sdoppiamento dell’itinerario, tutti hanno potuto divertirsi e apprezzare al meglio la spettacolarità del territorio.

I due serpentoni delle Suzuki 4×4 si sono ricongiunti per pranzare ai 1.770 metri del Rifugio Baita della Polenta, a Pian della Regina, nel Comune di Crissolo (CN), dove è stato servito un menù con deliziosi piatti della cucina locale.

A ridosso del pranzo, Suzuki ha offerto la possibilità a tutti i partecipanti di arrivare fino al Pian del Re, poco sopra quota 2.000, per vedere da vicino la fonte del fiume Po. La giornata si è conclusa affrontando il Parco Giochi off-road allestito per l’occasione in quota: in questo spazio attrezzato e circoscritto i guidatori più abili si sono confrontati con ostacoli di varia difficoltà in condizioni di massima sicurezza.

Con i saluti finali è stata anche comunicata la data per il Raduno 2023: appuntamento per sabato 23 settembre per il 12° Raduno Suzuki 4×4.

 

 

 

GUARDA LA GALLERIA