Abbiamo testato la Ford Mustang Mach-E AWD da 346 CV: il SUV elettrico, super prestazionale di FORD

Ago 29, 2022 , ,

Abbiamo testato la Mustang Mach-E AWD, il SUV elettrico super prestazionale di FORD – Trazione integrale permanente e un’autonomia di circa 400 km – Decisamente più competitiva di molti altri SUV elettrici premium, la Mustang Mach-E ha ottenuto le 5 stelle (punteggio massimo) nei test Euro NCAP – Prezzi a partire da 56.750 euro.

 

Ci siamo messi al volante della versione top di gamma, la Mach-E AWD, dotata di due motori per un totale di 346 CV ed una coppia massima di 580 Nm, trazione integrale permanente e batteria (SR) da 75,7 kWh per un’autonomia di circa 400 km (secondo ciclo WLTP). I puristi non capiranno che un SUV possa portare il nome Mustang e possa essere elettrico, ma nella vita ci sono anche le eccezioni. Ognuno avrà la propria opinione in merito e non è mia intenzione far cambiare idea agli irriducibili del motore termico, ma in questo caso è fuori discussione che si tratta di una “puro sangue” da elettroshock.

Nelle dimensioni è molto simile a una Porsche Macan ed è leggermente più piccola della sua rivale, la Tesla Model Y da 475 cm. Rispetto ai SUV elettrici di Audi, la Mach-E si colloca tra un Q4 Sportback e-tron da 459 cm e un e-tron Sportback da 490.

Dispone di cerchi da 19 pollici e pneumatici con spalle alte, la Mach-E vista di lato, si può scambiare anche per una granturismo, grazie ai designer, che hanno realizzato il tetto color nero, che alleggerisce la linea e simula un fastback drop. La griglia anteriore è smussata, i fari hanno un aspetto aggressivo, le nervature sul cofano, i parafanghi posteriori allargati e le luci posteriori sono solo alcune delle peculiarità più “Mustang”.

Ha una batteria agli ioni di litio, situata sotto pavimento dell’auto e avvolta in una protezione antiurto. L’enorme traversa in basso, che vediamo quando apriamo la portiera, integra la batteria. L’alloggiamento dispone di impianto di riscaldamento per le basse temperature e di raffreddamento a liquido, per consentire di lavorare sempre ad un range corretto.

La versione da noi provata è dotata di due motori sincroni a magneti permanenti, uno su ciascun asse per fornire la trazione integrale. C’è un motore da 220 kW nella parte posteriore e un motore da 50 kW sull’asse anteriore; hanno il raffreddamento a liquido e sono in grado di offrire la coppia massima quasi istantaneamente. Un fulmine!

La Mach-E risulta decisamente tecnologica. Anzi, iper hi-tech! Appena ci si avvicina, dei piccoli numeri rossi appaiono sul telaio della porta e permettono – tramite l’inserimento di un codice segreto – di sbloccare il veicolo ed aprire la porta elettro-attuata. Questa è una sorta di firma di Casa. L’altra modalità con cui si può aprire è tramite l’App dedicata di Ford o con la card elettronica. Se siamo rimasti senza chiave o con la batteria del telefono scarica, questa è sicuramente una alternativa pratica. Con un secondo codice numerico si può anche attivare la vettura per la guida.

Non ci sono maniglie, ma solo un piccolo lembo da tirare con un pulsantino; Le porte posteriori hanno il medesimo sistema, ma senza il lembo che sembra uno spoiler.

Una volta entrati, dal lato di guida, troviamo un primo schermo (da 10.2 pollici) dietro il volante ed un secondo schermo, a sviluppo verticale – chiaro e moderno – nella parte centrale del cruscotto… Come in una Tesla, il protagonista di tutto è lo schermo centrale verticale, in questo caso da 15.5 pollici e di serie su tutte le versioni.

Si gestisce tutto da qui. Navigazione, telecamere a 360°, ricarica, audio, climatizzazione, prenotazione colonnine e quant’altro possiate immaginare! Tutte le funzioni sono qui raggruppate, con menu e sotto menù molto completi e intuitivi nell’utilizzo. L’interfaccia e le animazioni sono semplici e minimali, l’hardware risponde molto bene senza accusare quasi mai alcun ritardo nella risposta. Eccezionale l’acustica ambientale per l’ascolto musicale con il sistema “Bang & Olufsen” da 10 altoparlanti.

A differenza di una Tesla, abbiamo davanti al volante un secondo schermo con le informazioni fondamentali: velocità, autonomia, livello di carica, cinture allacciate, porta aperta e tutte le classiche spie: indicatori di direzione, freno di stazionamento, luci, ESP, etc.

Ford non ha rinunciato a tutti i controlli fisici, ma quasi. Rimangono gli indicatori di direzione e le leve dei tergicristalli sul piantone dello sterzo, così come il volume della musica e, naturalmente, il pulsante di avviamento. Puro stile Ford.

Moltissime della funzionalità, si possono gestire in modo ancora più semplice, grazie al sistema infotainment FORD SYNC con i comandi vocali. Questo sistema è associato ai servizi connessi dall’App “Ford Pass”, che consente il controllo remoto della vettura: l’invio da casa all’auto di un percorso pianificato, la programmazione della carica in determinati orari o l’accensione del riscaldamento o dell’aria condizionata.

La qualità percepita a bordo è buona, le plastiche ed i materiali hanno una sensazione e un aspetto da livello premium; il bilancio generale è positivo.

Si trova facilmente un’ottima posizione di guida, anche un tantino alta, e i sedili anteriori sono confortevoli e dotati di regolazioni elettriche, oltre a disporre di sistemi di massaggio e ventilazione. In ogni caso lo spazio davanti è ampio. Dietro, nonostante quanto suggerisca il design esterno, offre molto spazio, sia per le gambe che in larghezza e soprattutto in altezza.

Il livello di equipaggiamento in termini di comfort della nostra versione di prova è invece eccezionale: interni in pelle totale, volante riscaldato, parabrezza riscaldato, vetri doppi, tetto panoramico, porte USB e USB-C anteriori e posteriori, numerosi vani portaoggetti, ricarica wireless per il cellulare e sistema Apple Car Play wireless.

Il vano bagagli offre circa 402 litri di capacità, con una forma regolare e rivestito totalmente in moquette, con la possibilità di abbattere gli schienale e incrementare il volume di carico a 1.200 litri. Il vano bagagli anteriore, invece, offre una capacità di circa 100 litri, ed è dotato di divisori estraibili per riporre piccoli oggetti. È un vano rivestito in plastica (lavabile) che offre la possibilità di caricare oggetti sporchi o bagnati senza danneggiare nulla. Noi lo usavamo per contenere i cavi di ricarica che normalmente sono sporchi.

Guidare un’auto elettrica è una esperienza di guida del tutto diversa, alla quale bisogna adattarsi in modo graduale. Mancano i “rumori” e la potenza sviluppata è tantissima e immediata… ma, a proposito di rumore, per i nostalgici la Mach-E offre un suono artificiale che può essere disattivato separatamente per ognuna delle tre modalità di guida disponibili: Active, Whisper e Untamed, tradotto in l’“indomabile”; la modalità che offre tutta la potenza con una risposta quasi istantanea. La sola accelerazione 0 – 100 Km/h è di 5.1 secondi.

Nelle prime due modalità, il suono è appena udibile e ricorda quello di un disco volante; In Untamed, il suono, aumenta con la velocità e ricorda un V8. Non intende imitare un V8, ma lo evoca!

Anche la Mach-E è dotata della guida a singolo pedale, one-pedal. Il sistema è molto ben calibrato e permette di rallentare senza toccare il freno o addirittura di fermarsi completamente. Questo permette il massimo recupero energetico. Oltretutto In città, la modalità One-Pedal è davvero confortevole.

Su strade veloci, la Mach-E è superba, con molto equilibrio e quasi nessun rollio nelle curve veloci e anche nei tratti più tortuosi, l’auto sorprende per la risposta. Lo sterzo è preciso e veloce, anche se non trasmette nulla, e mette la macchina esattamente dove la vogliamo. La risposta dell’acceleratore è immediata e la trasmissione impeccabile, ma non fraintendete, non si tratta di una sportiva, bensì di una granturismo (o SUV) nata per fare… tanti chilometri!

Ma veniamo al dunque, e, affrontiamo le vere difficolta della realtà di oggi, con una vettura elettrica. Difficoltà non certo date dalla vettura, ma dall’utilizzo di una qualsiasi auto elettrica!

Un SUV (o granturismo) elettrico da oltre 2.2 tonnellate con 346 CV possiamo presumere che i consumi non sarebbero stati molto lusinghieri. Eppure la Mach-E si è comporta davvero bene. Su un percorso molto vario (città, montagna e autostrada), la nostra media è stata di 22,5 kWh/100 km, anche con punte di 25 kWh/100 km durante la guida in autostrada o quando la si faceva “cantare”!

Con una media di 22 kWh/100 km si parla di un’autonomia di (più o meno) 400 km. All’inizio del test e con la batteria al 100%, l’auto indicava 437 km di autonomia. In caso di guida al di fuori della regole di una vettura elettrica, l’autonomia viene notevolmente ridotta.

Si può viaggiare senza grosse preoccupazioni con una Mach-E, ma come per tutti i veicoli elettrici, per il momento, saremo condizionati anche dalla presenza di colonnine di ricarica rapida durante il nostro viaggio. Ford, per i suoi clienti sta sviluppando anche in Italia una rete di ricarica “super-charger” (FORD FASTOR CHARGE) come ha fatto Tesla; Mach-E sarà in grado di ricaricarsi di circa 80 km in soli 10 minuti. Per quanto riguarda i tempi di ricarica, Ford parla di nove ore per passare dallo 0 al 100% con una wallbox da 11 kW e di 45 minuti per passare dal 10% all’80% in un punto di ricarica fast. Valori che trovano conferma nella nostra prova.

La Ford Mustang Mach-E AWD (quella della nostra prova) da 346 CV è offerta a partire da 56.750 euro; per la Mach-E RWD (con la sola trazione posteriore) da 269 CV i prezzi partono da 51.900 euro, mentre per la versione più “cattiva”, la Mach-E GT da 487 CV, si parte da 76.750 euro.

La Mustang Mach-E è decisamente più competitiva di molti altri SUV elettrici premium e ha ottenuto le 5 stelle (punteggio massimo) nei test Euro NCAP.

José G Citro

 

GUARDA LA GALLERIA

 

SCHEDA TECNICA

CAPACITÀ BATTERIA (KWH)
VERSIONE AUTONOMIA STANDARD – (SR – Standard Range) 75,7 kWh
VERSIONE AUTONOMIA ESTESA – (ER – Extended Range) 98,7 kWh
AUTONOMIA (KM)
VERSIONE AUTONOMIA STANDARD – (SR – Standard Range) 400 km
VERSIONE AUTONOMIA ESTESA – (ER – Extended Range) 540 km
TRAZIONE 4WD con doppio motore (AWD)
POTENZA MASSIMA (kW/CV)
VERSIONE AUTONOMIA STANDARD – (SR – Standard Range) 198kW / 269CV
VERSIONE AUTONOMIA ESTESA – (ER – Extended Range) 258kW / 346CV
COPPIA MOTRICE MASSIMA (Nm) 580 Nm
ACCELERAZIONE 0-100KM/H (PARTENZA LANCIATA)
AUTONOMIA ESTESA (ER – Extended Range) 5.6 secondi
AUTONOMIA STANDARD (ER – Standard Range) 5.1 secondi
ACCELERAZIONE 0-100KM/H (PARTENZA DA FERMO)
AUTONOMIA ESTESA (ER – Extended Range) 6.3 secondi
AUTONOMIA STANDARD (ER – Standard Range) 5.8 secondi
VELOCITÀ MASSIMA (km/h)
AUTONOMIA ESTESA (ER – Extended Range) 183 km/h
AUTONOMIA STANDARD (ER – Standard Range) 183 km/h
CAPACITA’ DI RICARICA TRAMITE RICARICA CC (kW)
VERSIONE AUTONOMIA STANDARD – (SR – Standard Range) 115 kW
VERSIONE AUTONOMIA ESTESA – (ER – Extended Range) 150 kW
AUTONOMIA CON RICARICA MINIMA (km/10 minuti)
VERSIONE AUTONOMIA STANDARD – (SR – Standard Range) 85 km
VERSIONE AUTONOMIA ESTESA – (ER – Extended Range) 107 km
TEMPO DI RICARICA TOTALE (10-80%)
VERSIONE AUTONOMIA STANDARD – (SR – Standard Range) 38 minuti
VERSIONE AUTONOMIA ESTESA – (ER – Extended Range) 45 minuti
ALTEZZA 1.624 mm
LARGHEZZA 1.881 mm
LUNGHEZZA 4.713 mm
POSTI 5
CAPACITÀ DEL BAGAGLIAIO con SEDILI ABBATTUTI 1.420 L
CAPACITÀ DEL BAGAGLIAIO 402 L
BAGAGLIO ANTERIORE 100 L
CAPACITÀ DI TRAINO 750 Kg