Home / Prove su Strada / DS 3 Crossback Puretech 155 SO CHIC

DS 3 Crossback Puretech 155 SO CHIC

Con uno stile scultoreo, proporzioni inedite e soluzioni esclusive, la DS 3 Crossback rispetta appieno la mission del Marchio francese, andando addirittura a presidiare un segmento, quello dei SUV compatti di categoria premium, in cui al momento non ha dei veri e propri rivali.

Se un decennio fa la DS 3, modello apripista di quello che sarebbe diventato il marchio premium del gruppo PSA fece scalpore, oggi la DS 3 Crossback appare come la logica evoluzione di una filosofia progettuale, fondata sull’originalità e l’esclusività, che ripropone in veste moderna concetti introdotti negli anni ’50 sulla mitica berlina conosciuta anche con il nome di squalo, per le sue linee futuristiche ed aerodinamiche. Tutto si può dire sulla nuova arrivata, ma di certo non si può negare, che gli stilemi del brand DS siano stati ampiamente rispettati. Con uno stile scultoreo, proporzioni inedite e soluzioni esclusive, la DS 3 Crossback rispetta infatti in pieno la mission del marchio francese,  andando addirittura a presidiare un segmento, quello dei SUV compatti di categoria premium, in cui per il momento non ha dei veri e propri rivali. La lunghezza contenuta in 4,12 metri, le grandi ruote con cerchi da 18” e l’altezza dal suolo rialzata, fanno della DS 3 Crossback un’auto trasversale che, a seconda delle circostanze, interpreta alla perfezione il ruolo della citycar, come quello di berlinetta di lusso o della sport-utility. Nel caso della versione PureTech 155 So Chic utilizzata per la nostra prova, si può aggiungere anche quello di sportiva, viste le eccellenti prestazioni di cui è capace questo modello. Se la pinna di squalo laterale, le maniglie della portiere a scomparsa che fuoriescono automaticamente ed i proiettori DS Matrix Led Vision, inaugurano nuovi orizzonti tecnici e stilistici, la DS 3 Crossback si distingue soprattutto per l’attenzione al dettaglio, che ad esempio caratterizza i profili dei vetri invisibili, la linea del tetto pulita senza antenna o il doppio terminale di scarico cromato asimmetrico.

Viste le innumerevoli possibilità di personalizzazione, sarà difficile incontrare due DS 3 Crossback identiche. Tutto inizia dall’esterno, con 10 diversi cerchi in lega leggera, 10 tinte per la carrozzeria e 3 colori per il tetto. La realizzazione di una DS 3 Crossback “su misura” procede con la scelta di 5 Ispirazioni DS: DS Montmartre, DS Bastille, DS Performance Line, DS Rivoli e DS Opera. A seconda dell’allestimento, cambiano i rivestimenti della selleria, di solito in pelle goffrata o nappa pieno fiore, quello della plancia e delle portiere ed il tipo di impunture, “point perle” o  con motivo a diamante. Anche per gli interni esiste una lunga lista di optional, che permette alla clientela più esigente di rendere ancora più esclusiva la propria vettura.  Più belli a vedersi che pratici sono i comandi, che spaziano da quelli molto scenografici a sfioramento posti  in  plancia a quelli sul tunnel centrale, di difficile identificazione, se non dopo un certo adattamento. Di altissimo livello, come è logico attendersi da una vettura di questa categoria, è anche la dotazione accessoristica di serie, improntata a garantire la massima sicurezza, che prevede tra l’altro il sistema di frenata d’emergenza Active Safety Brake, quello di assistenza alla guida semi-autonoma DS Connect Pilot e il parcheggio automatico DS Park Pilot. Spinta dal brillante tre cilindri turbo PureTech di 1.2 litri da 155, la DS 3 Crossback So Chic raggiunge i 208 km/h di velocità massima e scatta da o a 100 km/h in 8,2 secondi. Dotata di cambio automatico a 8 rapporti EAT8 e sistema Start&Stop, la versione del nostro test presenta consumi ed emissioni decisamente contenuti, che in media fanno registrare valori rispettivamente di 5,0 litri/100 km e di 115 gr/km di CO2.

VERSIONI & PREZZI

La DS 3 Crossback è proposta sul mercato italiano in ben 18 versioni, che differiscono per l’allestimento (So Chic, Performance Line, Business) e per le motorizzazioni: a benzina 1.2 PureTech da 100, 130 e 155 CV, elettrica E-Tense da 77CV e turbodiesel 1.5 BlueHDi da 100 e 130 CV. Tutte le versioni sono equipaggiate di serie con cambio manuale a 6 marce o automatico a 8 rapporti (i modelli elettrici sono privi di cambio). Questi sono i prezzi su strada:

DS3 Crossback PureTech 100 So Chic             €  26.200
DS3 Crossback PureTech 100 Perform.Line     €   27.400
DS3 Crossback PureTech 100 Business           €  27.400
DS3 Crossback PureTech 130 So Chic aut.      €  29.700
DS3 Crossback PureTech 130 Perform.Line aut € 30.900
DS3 Crossback PureTech 130 Business aut.     € 30.900
DS3 Crossback PureTeck 155 So Chic aut.       € 31.700
DS3 Crossback PureTech 155 Perf.Line aut.     € 32.900
DS3 Crossback E-Tense So Chic                     €  39.600
DS3 Crossback E-Tense Performance Line       €  40.800
DS3 Crossback E-Tence Business                    € 40.800
DS3 Crossback E-Tense Business+                  € 43.100
DS3 Crossback BlueHDi 100 So Chic               € 27.700
DS3 Crossback BlueHDi 100 Perform.Line        € 28.900
DS3 Crossback BlueHDi 100 Business             € 28.900
DS3 Crossback BlueHDi 130 So Chic aut.        € 31.200
DS3 Crossback BlueHDi 130 Business aut        € 32.400
DS3 Crossback BlueHDi 130 Perform.Line aut. € 32.400

 

EQUIPAGGIAMENTO ACCESSORISTICO

Di serie: airbag frontali, laterali ed a tendina, ABS con EBD, climatizzatore automatico, radio touchscreen  da 7” con USB, Bluethooth, 8 altoparlanti e comandi al volante, fari diurni a LED, Mirror Screen (Android Auto, Apple CarPlay e MirrorLink), specchietti regolabili e riscaldabili elettricamente, controllo elettronico della stabilità ESP e della trazione ASR,   cerchi in lega da 17”, cruise control, Lane keeping Assist, frenata di emergenza automatica,   sensori di parcheggio posteriori, Start&Stop,vetri posteriori oscurati, volante regolabile in altezza e profondità.

Optional: pacchetto Ispirazione DS Opera (2.650 euro), pacchetto DS Drive Assist Level I (550 euro), cerchi in lega da 18” (650 euro), Head-up Display (400 euro),  vernice metallizzata bicolore (1.050 euro)

Il Pacchetto Ispirazione DS Opera comprende:
– Badge specifico sulle fiancate
– Griglia calandra nero brillante + punti cromati
– Rivestimento del padiglione scuro
– Rivestimento pannelli portiere in tessuto TEP e Pelle nappa
– Rivestimento sedili Pelle nappa
– Soglie portiere in alluminio
– Tappetini anteriori e posteriori
Il Pacchetto DS Drive Assist Level I comprende:
– Advanced Emergency Breaking System fino a 140 km/h
– Blind Sport Monitoring (sistema di sorveglianza dell’angolo morto
– Sensori di parcheggio anteriori

ON & OFF-ROAD

Considerata il top di gamma per quanto riguarda prestazioni e piacere di guida, l’esclusiva versione PureTech 155 nel ricercato allestimento So Chic, abbina l’ultima evoluzione del pluripremiato 3 cilindri turbo di 1.2 litri, con il cambio automatico a 8 rapporti EAT8, per offrire un temperamento da vera sportiva. Pur con tutti i limiti di una vettura concepita per offrire il massimo comfort su qualsiasi percorso, sterrati compresi, il baricentro piuttosto elevato al pari della seduta del conducente ed un rollio abbastanza accentuato, non penalizzano infatti più di tanto la grinta di questa versione che, considerando anche il favorevolissimo rapporto peso/potenza, vanta  performance davvero notevoli per una vettura di questa categoria. Se sono sufficienti pochi chilometri, per sfruttare al meglio le rimarchevoli potenzialità del brillante 3 cilindri turbo da 155 cavalli e dell’avanzata trasmissione automatica a 8 marce, che garantisce passaggi di marcia sempre molto rapidi e fluidi, è richiesto semmai  un po’ più di tempo per  avere il perfetto controllo di tutti i comandi, alcuni a sfioramento inseriti in ordine sparso sulla plancia ed altri, come quelli dell’aerazione che obbligano il guidatore a visualizzare l’apposita videata sul display centrale. Ulteriori comandi, oltre a quelli di uso più frequente replicati sul volante, sono poi posizionati nella parte bassa a sinistra del volante e sulla consolle centrale. Tra questi ultimi spicca quello del Drive Mode, l’esclusivo sistema di guida, che a seconda del percorso  e delle richieste del conducente permette di adattare l’erogazione della potenza in 3 diverse modalità: Normal, ECO e Sport. Se la prima si adatta alla maggior parte delle situazioni di guida, la seconda favorisce il massimo risparmio di carburante, mentre la funzione Sport permette di sfruttare al meglio tutta la cavalleria a disposizione, così da abbattere i tempi di accelerazioni e riprese. Se i comandi richiedono un certo apprendistato, le cose vanno decisamente meglio per quanto riguarda il quadro strumenti digitale, facile e intuitivo, che permette al guidatore di visualizzare le informazioni più importanti tramite un menù a tendina con 5 diverse modalità personalizzabili. Di notevole aiuto alla guida è anche l’ampio schermo touch screen da 10,3” in formato HD (il più grande del segmento) al centro della plancia e l’Head Up Display (disponibile a richiesta a 400 euro) che proietta su un visore trasparente a colori nel campo visivo del conducente, le informazioni essenziali per la guida: velocità, regolatore/limitatore di velocità, riconoscimento dei cartelli, assistenza alla guida e alla navigazione. Sviluppata sull’inedita piattaforma CMP (Common Modular Platform), la DS 3 Crossback vanta non solo un’eccellente tenuta di strada ma, grazie alla rigidità della scocca, anche una dinamica molto coinvolgente che esalta il piacere di guida senza penalizzare il comfort di bordo. L’altezza da terra rialzata e l’ampia escursione delle sospensioni, permettono inoltre di affrontare in tutta sicurezza anche percorsi off-road non troppo accidentati e che non richiedano particolari doti di motricità, visto che in ogni caso bisogna fare affidamento solo sulla trazione anteriore. Dotata delle più recenti tecnologie del gruppo PSA per quanto riguarda la sicurezza attiva, la versione PureTech 155 So Chic, dispone tra l’altro dell’Active Safety Brake, il sofisticato sistema di frenata d’emergenza che consente di individuare ciclisti e pedoni anche durante la guida notturna, il DS Connected Pilot, che apre la strada alla guida autonoma e il DS Park Pilot che permette il parcheggio automatico.

Stefano Signori

 

LA TECNICA IN SINTESI

Telaio: scocca portante, 5 porte, 5 posti
Motore: anteriore trasversale a benzina, 3 cilindri in linea
Cilindrata: 1.199 cc
Potenza max: 156 CV a 5.500 giri
Coppia max: 240 Nm a 1.750 giri
Distribuzione: bialbero, 12 valvole
Alimentazione: forzata con turbocompressore, intercooler, iniezione diretta
Dimensioni: lunghezza 4.118 mm, larghezza 1.791, altezza, 1.534, passo 2.558, carreggiate 15.48/1.557
Peso a vuoto: 1.280 kg.
Capacità serbatoio: 44 litri
Sospensioni anteriori: indipendenti, schema MacPherson
Sospensioni posteriori: a ruote interconnesse
Pneumatici: 215/55 R18
Freni: anteriori a disco auto ventilanti, posteriori a disco, ABS, EBD
Cambio: automatico a 8 marce
Sterzo: a cremagliera con servocomando
Diametro di sterzata: 11,2 m
Velocità massima: 208 km/h
Accelerazione da 0 a 100 km/h: 8,2 sec
Emissioni medie di CO2: 115 gr/km
Consumi
Percorso urbano: 5,8 litri/100 km
Percorso extraurbano: 4,6 litri/100 km
Percorso misto: 5,0 litri/100 km

 

PIU’:
Estetica molto accattivante per non dire unica, scava un solco con la concorrenza – Allestimento So Chic davvero esclusivo, con dotazione accessoristica e finiture al top – Prestazioni e piacere di guida molto elevati, grazie alla “verve” del brillante 3 cilindri turbo da 155 cavalli
MENO:
Prezzo piuttosto impegnativo, che lievita notevolmente se si attinge alla lunga lista di optional a disposizione – Ccomandi poco pratici ed intuitivi, creano distrazione durante la guida – Capacità del bagagliaio piuttosto limitata, se non si abbattono gli schienali dei sedili posteriori

GUARDA LA GALLERIA

Guarda anche

Mazda MX-5 2020: l’essenza della roadster

Il modello 2020 della roadster più venduta al mondo si presenta con una sintesi perfetta …