In occasione dell’anniversario, Opel Classic presenta il nuovo tour virtuale “160 anni di Opel”

Apr 20, 2022

Adesso online: nel nuovo tour i momenti salienti della storia di Opel dal 1862 a oggi.
Per tutti: “160 anni di Opel” si affianca ai precedenti tour tematici “Motorizzazioni alternative”, “Rally”, “I ruggenti anni Venti” e “Mobilità per milioni”.
Per gli appassionati e gli amici del marchio: i tour virtuali sono stati sviluppati con grande attenzione ai dettagli.

Nel 2022 Opel festeggia i 160 anni dell’azienda. Per celebrare questo anniversario, Opel Classic ha pensato a un regalo speciale per tutti gli appassionati e gli amici del marchio, ai quali offre la possibilità di entrare fin da subito nella storia della Casa con il nuovo tour tematico “160 anni di Opel”, disponibile su opel.com/opelclassic. Comodamente seduti sul divano di casa, gli utenti possono intraprendere un tour virtuale che li porterà agli albori dell’azienda per poi godersi i numerosi momenti salienti di 160 anni di ingegneria Opel. Opel Classic presenta un tour ricco di contenuti, che va dalle prime macchine per cucire e le biciclette “made in Rüsselsheim” fino all’attuale detentrice del “Volante d’Oro”, Opel Mokka-e1 – con un formato sempre disponibile 24 ore al giorno, 365 giorni all’anno.
“Il nuovo tour predisposto in occasione di questo anniversario è stato sviluppato con grandissima attenzione al dettaglio. Il team ha dovuto archiviare e documentare meticolosamente tutti gli oggetti e disporli con precisione per le riprese in modo che i visitatori possano vedere i veicoli da tutti i lati. Il tour bilingue ‘160 anni di Opel’ offre a tutti gli interessati dei punti di vista completamente nuovi di Opel. Vale davvero la pena cliccare sul tour”, ha dichiarato Leif Rohwedder, Direttore di Opel Classic, in attesa dei numerosi visitatori online.

“160 anni di Opel”: il tour virtuale dagli inizi a oggi

Il nuovo tour a 360 gradi permette ai visitatori di entrare virtualmente nelle “sacre stanze” della collezione Opel Classic di Rüsselsheim. Qui il marchio del Blitz ospita un vero e proprio tesoro, con più di 600 auto e studi d’epoca e 300 altri oggetti, dalle macchine da cucire Opel a un motore aeronautico. Tra i momenti principali del tour “160 anni di Opel” spiccano gli inizi dell’azienda, negli anni intorno al 1860 e nei decenni successivi. Cliccando sui punti informativi gialli, Opel Classic fa comparire informazioni importanti sugli oggetti selezionati – con descrizioni brevi e interessanti, particolarmente informative.
Vengono esaminati i “Wanderjahre Adam Opels” (gli anni delle peregrinazioni di Adam Opel) e oggetti dall’indiscusso valore storico come la “Quintuplet”: la bicicletta cinque posti sulla quale i cinque figli del fondatore della società si fecero fotografare a scopo pubblicitario verso la fine del XIX secolo. Per la prima volta in un tour virtuale si può ammirare anche la prima, pionieristica automobile Opel: la Patentmotorwagen “System Lutzmann” del 1899, che segnò l’inizio della produzione automobilistica a Rüsselsheim.
I visitatori interessati possono poi proseguire lungo diversi percorsi attraverso le sale storiche della collezione. Troveranno numerose icone Opel, automobili di grande successo, e anche veicoli innovativi in grado di battere numerosi record, come la Opel Elektro GT. Circa cinquant’anni fa, quest’automobile dimostrò all’Hockenheimring che cosa era possibile fare con zero emissioni. Il tour dei 160 anni di storia Opel presenta ulteriori sviluppi rivoluzionari come il primo veicolo completamente elettrico adatto all’uso quotidiano, la Opel Ampera, e Opel Mokka-e elettrico a batteria. L’attuale auto elettrica con il logo del Blitz ha conquistato il “Volante d’Oro 2021″1 grazie alle convincenti prestazioni di guida e al suo stile originale e conclude il viaggio nel tempo nelle stanze di Opel.
Il tour “160 Anni di Opel” si affianca ai Tour online di Opel Classic, lanciati con grande successo nel 2021. I visitatori possono divertirsi anche con “Motorizzazioni alternative”, “Rally”, “I ruggenti anni Venti” e “Mobilità per milioni”.

GUARDA LA GALLERIA