Home / News / L’Arma dei Carabinieri sceglie Suzuki JIMNY

L’Arma dei Carabinieri sceglie Suzuki JIMNY

I Carabinieri, rappresentanti dei valori tradizionali legati alla storia della nostra nazione, hanno scelto Suzuki per dare mobilità alle donne e agli uomini impegnati sul territorio alla difesa del rispetto e della correttezza, sia su strada che in fuoristrada – Una flotta di 10 JIMNY e 55 IGNIS sarà allestita secondo le specifiche richieste dall’Arma ed entrerà in servizio per assicurare alle Forze dell’Ordine la possibilità di operare anche sui terreni più difficili.

Suzuki è orgogliosa di comunicare che l’Arma dei Carabinieri ha scelto di utilizzare una piccola flotta di Suzuki JIMNY e IGNIS sia in strada che, anche e soprattutto, in quelle zone in cui è strategicamente importante una mobilità su fondi accidentati e a bassa aderenza.

Si tratta della prima fornitura diretta di vetture da parte della Casa di Hamamatsu all’Arma dei Carabinieri. L’annuncio ufficiale dell’accordo è stato dato oggi, nel corso di una conferenza stampa congiunta, che si è svolta a Roma presso il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri.

Suzuki è fiera di questa commessa”, ha commentato Massimo Nalli, Presidente di Suzuki Italia, che ha quindi proseguito “L’accordo, da una parte, testimonia l’integrazione del Marchio Suzuki nel tessuto sociale italiano e, dall’altra, dà modo a JIMNY di mettere al servizio delle Forze dell’Ordine e dello Stato le sue doti di agilità e di robustezza. Siamo certi che la nostra auto sarà all’altezza dei compiti cui sarà chiamata e che dimostrerà la sua attitudine a un impiego “heavy duty”.

Un equipaggiamento completo

L’allestimento Carabinieri di JIMNY prevede, innanzitutto, la tipica livrea bicolore, con la carrozzeria riverniciata nel classico Blu Arma con tetto bianco. Su di esso sono montati due lampeggianti blu con tecnologia LED provvisti anche della funzione di luci di crociera e un faro di ricerca a luce bianca, comandabile sia dall’interno sia dall’esterno della vettura.

La sirena bitonale trova, invece, posto sotto il cofano e sempre nella zona frontale sono alloggiati due nano segnalatori a LED da incasso di colore blu, con funzioni a loro volta di lampeggio e di luci di crociera. Tutti i comandi retroilluminati di questi dispositivi sono montati al centro della plancia, in posizione raggiungibile da entrambi gli occupanti dei sedili anteriori. All’interno spiccano, inoltre, robusti tappetini in gomma e due supporti per le armi d’ordinanza, con blocco a chiave.

La dotazione principale include, poi, un estintore da 2 kg e un set di catene da neve, utili a operare anche in condizioni estreme, nonostante la gommatura di serie delle JIMNY preveda pneumatici M+S, i quali garantiscono una miglior trazione rispetto a gomme tradizionali. L’allestimento veicolare è realizzato da Focaccia Group.

JIMNY, unico e inimitabile

Suzuki JIMNY ha caratteristiche uniche, che gli permettono di distinguersi nel panorama automobilistico mondiale e di soddisfare le più disparate esigenze in ambito pubblico o privato, aziendale o familiare. È un vero fuoristrada di dimensioni ultracompatte, capace di conciliare straordinarie prestazioni off-road e una grande praticità nell’uso quotidiano, complice un ricco equipaggiamento di serie.

Questo modello è la sintesi dei quasi cinquant’anni di esperienza di Suzuki nella produzione di mezzi inarrestabili, progettati per gli impieghi più gravosi e affermatisi nel tempo anche come un fenomeno di costume.

La carrozzeria atletica di JIMNY ha come tratti distintivi i fari tondi e la mascherina a cinque feritoie, che definiscono un chiaro family feeling con i leggendari modelli del passato, a partire dal primo LJ10 del 1970.

JIMNY è lungo solo 3.645 mm e ha sbalzi ridotti, che, assieme all’elevata altezza da terra, definiscono angoli caratteristici eccezionali: quello di attacco, di uscita e di dosso misurano rispettivamente 37, 49 e 28 gradi e permettono di affrontare con disinvoltura i terreni più sconnessi e gli ostacoli più impegnativi.

Anche sotto il profilo tecnico JIMNY rispetta la più autentica tradizione fuoristradistica, con un solido telaio a traliccio abbinato a sospensioni ad assale rigido, che incassano i colpi più duri e garantiscono sempre un efficace contatto tra le ruote e il terreno.

JIMNY adotta la raffinata trazione integrale 4WD AllGrip PRO che, all’occorrenza, consente di inserire in modo tempestivo le quattro ruote motrici ed eventualmente anche le marce ridotte. Il quadro si completa con il controllo della trazione LSD, che frena automaticamente le ruote che stanno slittando per redistribuire alle altre la coppia erogata dal generoso motore 1.5 a benzina da 103 CV. JIMNY riesce, così, ad arrivare in posti irraggiungibili per tutte le altre auto, rispondendo alle necessità dei militari in servizio come a quelle di chi vuole godere della massima libertà negli spostamenti, sul lavoro come nel tempo libero.

IGNIS, Equipaggiamenti di sicurezza avanzati

Suzuki IGNIS è spinta da un motore 1.2 DUALJET (K12C) a iniezione diretta di benzina, che ha un’erogazione lineare e vivace a tutti i regimi ed è efficiente in ogni condizione d’impiego. Con l’aggiunta della tecnologia Suzuki Hybrid, IGNIS è in grado di ridurre ulteriormente consumi ed emissioni, a fronte di spunti ancor più briosi.

IGNIS dispone dei più moderni ed evoluti sistemi di assistenza alla guida, spesso offerti dagli altri costruttori solo su modelli di categoria superiore. Suzuki propone una soluzione che sfrutta due telecamere per monitorare la distanza tra l’auto e gli oggetti che la circondano e per valutare anche la loro forma. Questa tecnologia supporta tre sistemi di sicurezza attiva: “attentofrena” (Dual Camera Brake Support), che segnala l’avvicinamento rapido a un ostacolo e interviene all’occorrenza per frenare autonomamente, “guidadritto” (Lane Departure Warning), che scongiura i superamenti involontari delle linee di mezzeria e le uscite di strada, e “restasveglio” (Weaving Alert), che monitora diversi parametri per stabilire se il guidatore si stia distraendo o accusi un colpo di sonno. IGNIS dispone, inoltre, della funzione “accompagnami” (Guide Me Light) che, alla chiusura o allo sbloccaggio delle portiere tramite il telecomando, prevede l’accensione delle luci anabbaglianti per circa dieci secondi, illuminando il cammino di chi si allontana dall’auto o facilitando la sua individuazione in un parcheggio affollato.

IGNIS viene assegnata in versione 4×4 AllGrip AUTO. Questo tipo di trasmissione non richiede interventi da parte del pilota e trasferisce coppia alle ruote posteriori quando quelle anteriori non hanno un’aderenza ottimale. In questo modo migliora la stabilità e la precisione di guida in ogni situazione, garantendo la massima tranquillità nella marcia anche sulle strade scivolose o sulle superfici innevate.

GUARDA LA GALLERIA

Guarda anche

EICMA 2019, AL VIA L’EDIZIONE DEL MOTO RIVOLUZIONARIO

Aperto oggi il più importate evento espositivo per l’industria delle due ruote nel segno del …