25 anni fa la seconda generazione 4MATIC MERCEDES BENZ

Mar 15, 2022 , ,

La nuova Mercedes-Benz 4MATIC fa il suo debutto sulla Classe E nel 1997.

La trazione integrale a controllo elettronico di seconda generazione è sempre attiva.

Prima mondiale all’AutoRAI di Amsterdam dal 6 al 16 febbraio 1997.

Un successo ormai consolidato in tutte le gamme.

 

Nell’inverno di 25 anni fa, l’innovativa trazione 4MATIC di seconda generazione segna un importante passo avanti nel rendere ancora più semplice e sicura la guida in condizioni stradali difficili. Invece di utilizzare i tradizionali bloccaggi del differenziale, la nuova 4MATIC si affida al sistema di trazione elettronico 4ETS: si attiva automaticamente quando almeno una ruota perde aderenza su una superficie con scarsa aderenza. Il sistema aumenta quindi la pressione dei freni su questa ruota fino a quando non si trova di nuovo nel rapporto specifico con le altre ruote. Oggi la trazione integrale permanente si è affermata su tutti i modelli della gamma Mercedes-Benz, dalla EQA 300 4MATIC completamente elettrica (consumo di corrente combinato: 17,4 kWh/100 km; emissioni di CO₂ combinate: 0 g/km) alla nuova Mercedes-AMG SL 63 4MATIC+ (consumo di carburante combinato 12,7-11,8 l/100 km, emissioni di CO₂ combinate 288-268 g/km).

Questa generazione di trazione integrale, significativamente evoluta, fa il suo debutto 25 anni fa sui modelli E 280 4MATIC ed E 320 4MATIC della Classe E serie 210. Entrambe sono dotate di nuovi motori V6 della serie M 112 con tecnologia a tre valvole e doppia accensione. Questi veicoli vengono presentati per la prima volta al grande pubblico internazionale alla fiera AutoRAI di Amsterdam dal 6 al 16 febbraio 1997. La E 280 4MATIC è disponibile subito dopo questa anteprima, mentre il lancio sul mercato della variante di cilindrata superiore segue nel giugno 1997.

La nuova 4MATIC non è stata la prima trazione integrale di Mercedes-Benz, ma 25 anni fa ha fissato gli standard per un controllo ottimale dell’automobile anche in condizioni invernali difficili, su strade ghiacciate e innevate. La rivista specializzata “auto motor und sport”, nel numero di luglio 1997 parla di “una stabilità di guida quasi infallibile, unita a una trazione senza pari sulle superfici scivolose”. Rispetto alla prima 4MATIC, presentata nel 1985 nella serie di modelli 124 di fascia media superiore, che “interveniva solo quando l’aderenza diventava sensibilmente compromessa”, la nuova generazione evidenzia il vantaggio della trazione integrale permanente che non solo è più indicata in condizioni stradali critiche, ma migliora anche il comportamento generale di guida in situazioni di maggior dinamismo. La brochure di vendita per le berline della serie 210 sottolinea che: “La trazione integrale permanente 4MATIC assicura […] un’eccellente presa e stabilità di guida in accelerazione e soprattutto in curva”. Questo si traduce in “maneggevolezza, sicurezza, dinamismo ai massimi livelli e tanto piacere di guida”.

La tradizione della trazione integrale di Mercedes-Benz

La storia dei veicoli Mercedes-Benz con trazione integrale risale ai primi anni del 20° secolo. La “Illustrirte Zeitung” scrisse nel 1917 di Paul Daimler, allora direttore tecnico della Österreichische Daimler-Motoren-Gesellschaft di Wiener Neustadt: “nel 1903 […] ha posto le basi per la progettazione della trazione integrale”. Dopo i primi veicoli per l’esercito austriaco e prussiano tra il 1905 e il 1907, la Daimler-Motoren-Gesellschaft costruì nel 1907 la “Dernburg-Wagen”, la prima autovettura in assoluto con trazione integrale e ruote sterzanti, che fu consegnata nell’Africa del Sud Ovest tedesco nel 1908. Benz & Cie. produsse anche diversi altri prototipi a trazione integrale durante questo periodo. La prima Benz pronta per il mercato con quattro ruote motrici fu il fuoristrada VRL, che fu costruito come pezzo unico intorno al 1920.

Dopo la fusione da cui nacque l’allora Daimler-Benz AG nel 1926, furono realizzati diversi veicoli a trazione integrale a marchio Mercedes-Benz, adatti anche all’uso militare. Nella serie W 136 si tratta dei modelli 170 VG (con trazione integrale) e 170 VL (con trazione integrale e quattro ruote sterzanti). La Mercedes-Benz G5 (W 152) con trazione integrale e quattro ruote sterzanti selezionabili, che fu presentato nel 1938, fu utilizzato come veicolo di emergenza per il servizio di soccorso alpino di Berchtesgaden che, tra l’altro, continuò ad utilizzare questo modello fino agli anni ’50.

Il successo delle automobili e dei veicoli commerciali a trazione integrale per uso civile inizia a crescere in maniera importante dopo la seconda guerra mondiale. Un punto culminante iniziale è soprattutto l’Universal-Motor-Gerät (“dispositivo a motore universale”), l’Unimog, che fu presentato al pubblico nel 1948. Questo veicolo a trazione integrale è ancora oggi un vero campione in numerose applicazioni. Il primo camion Mercedes-Benz a trazione integrale dopo la fine della guerra è l’LA 3500 del 1950. L’innovativo trattore agricolo MBtrac segue nel 1972, 50 anni fa.

Sempre nel 1972 iniziò lo sviluppo dell’icona per eccellenza della trazione integrale della Stella: la Mercedes-Benz Classe G. Nel 1979 sono stati lanciati sul mercato i primi modelli della famiglia. I veicoli vengono costruiti a Graz dalla Geländefahrzeuggesellschaft mbH, una joint venture dellʼallora Daimler-Benz AG e della Steyr-Daimler-Puch.

Anche la prima generazione della 4MATIC è una pietra miliare nello sviluppo dei telai Mercedes-Benz. Viene presentata al Salone Internazionale dell’Auto (IAA) di Francoforte sul Meno nel settembre 1985. La trazione integrale, che si inserisce automaticamente, fa il suo debutto nelle berline e nelle station wagon con motori a sei cilindri della serie 124, nei modelli E 260 4MATIC ed E 300 4MATIC. Queste varianti a trazione integrale della Classe E furono consegnate a partire dal 1987. A questo punto, la gamma di modelli è stata estesa alla 300 D 4MATIC e la 300 D Turbo 4MATIC. Il 4MATIC è il sistema tecnicamente più complesso del “Mercedes-Benz Driving Dynamics Concept” introdotto nel 1985, che comprende anche il differenziale autobloccante (ASD) e il sistema di controllo della trazione (TCS).

I veicoli presentati 25 anni fa con la seconda generazione di 4MATIC sono stati sviluppati e prodotti in collaborazione con la Steyr-Daimler-Puch Fahrzeugtechnik AG & Co. KG (SFT) a Graz. La produzione presso la SFT comprende l’adattamento della scocca, la verniciatura con tecnologia a base d’acqua e il montaggio completo del veicolo. La carrozzeria in bianco, il motore, la trasmissione, l’asse posteriore e gli interni sono forniti da Mercedes-Benz, mentre i componenti specifici per la trazione integrale provengono da SFT.

 

GUARDA LA GALLERIA