Home / Prove su Strada / SUBARU BRZ, una sportiva DOC!

SUBARU BRZ, una sportiva DOC!

La Subaru BRZ è una sportiva equilibrata e non estrema, ma in grado di farti divertire un mondo! Sovrasterzi di potenza e “drift” sono il pane quotidiano, il suo “habitat” è la pista. È molto più di quello che sembra! È comunque, un’auto che nell’uso quotidiano ti permette una guida pulita e neutra, perdona e non tradisce neanche sul bagnato, se, l’elettronica è attivata. Il telaio è davvero efficace e lo sterzo altrettanto, diretto, preciso e pesante quanto basta. Ti permette di fare rotonde in velocità e mantenere la traiettoria senza scomporsi o senza perdere aderenza. Anche controsterzando, in modo deciso, si spostano i pesi, ma l’auto rimane sui binari senza scomporsi.

Dai 4.500 giri in su canta, con un tiro fino ai circa 7.000, poi flashata rossa… è ora di cambiare! Il motore è il 2.0 litri Boxer aspirato, in grado di sviluppare 200 CV a 7.000 g/min., con un rapporto di 100 CV per litro, coppia massima di 205 Nm a 6.400-6.600 g/min. Il cambio è meccanico 6 marce, corto e diretto e rende possibili cambi di marcia molto rapidi. Il differenziale posteriore è autobloccante, con una distribuzione dei pesi molto equilibrata, quasi del 50/50.

Subaru propone una macchina soprattutto divertente da guidare, dal design sportivissimo e con un’impostazione di base d’altri tempi: guida sdraiata e volante verticale. Ha una spiccata personalità, grazie al cofano lungo e basso, ai parafanghi muscolosi e al piccolo spoiler sul portellino del baule, sotto il quale spicca il diffusore con una coppia di terminali di scarico del diametro di ben 110 mm che emettono un sound adeguato alla spiccata vocazione sportiva del veicolo.

A sette anni dal lancio, la vettura rimane per lo più invariata nel design e nel motore, ma con una serie di aggiornamenti e migliorie estetiche, che la rendono ancora più completa e confortevole nella quotidianità. L’interno rimane semplice senza troppi fronzoli, ma completo di tutti i confort; i sedili anteriori sono sportivi con poggiatesta integrato, logo BRZ ricamato in colore rosso, mista pelle e Alcantara, mentre i posteriori sono comodamente abbattibili. La capacità del bagagliaio è di 243 litri, sufficienti a contenere un bagaglio a mano e un Segway, compagno insostituibile per la mobilità cittadina.

È stato adottato un nuovo sistema di infotainment, con uno schermo da 7’’ pollici touch screen, che integra il navigatore, la radio DAB/DAB+, Bluetooth streaming, 2 porte USB e il sistema di gestione Apple Car Play” e “Android Auto”. Anche il quadro strumenti è stato aggiornato, con l’inserimento a destra del contagiri, di un display multifunzione, che permette di visualizzare temperatura del motore, temperatura dell’olio e voltmetro, indicazioni sul consumo, e, la curva di coppia/potenza e il grafico della forza G in accelerazione, accelerazione laterale e della forza frenante. Si arricchisce anche dell’indicatore di direzione del cambio corsia, delle luci posteriori e fendinebbia a LED, dei fari anteriori lenticolari a LED e dei nuovi cerchi in lega da 17’’ a 10 razze.

Perché il nome BRZ? Semplice, un acronimo, che sta ad indicare il tipo di motore e schema tecnico: “Boxer Rear-wheel drive Zenith”.

Con la BRZ riscoprirete una guida sportiva, ma, soprattutto un gran piacere di guida.

José Citro

GUARDA LA GALLERIA FOTOGRAFICA

Guarda anche

SORPRENDENTE C3

La nuova regina delle medio-piccole, capitolo significativo di una storia già ricca di “medaglie”, festeggia …