Home / Prove su Strada / Volvo V90: station wagon per definizione

Volvo V90: station wagon per definizione

La V90 è un’ammiraglia che fa concorrenza alle versioni più blasonate tedesche, ma con un stile tipico dell’essenza Volvo. La dimensioni è adeguata alla categoria, si inserisce in un segmento di fascia alta della Casa svedese, ospita “molto” comodamente cinque persone ed ha un bagagliaio che ci puoi caricare una casa! Volvo è da considerarsi per antonomasia la “station wagon”, con una esperienza nella categoria di oltre 60 anni. Con l’abbattimento dei sedili posteriori – a comando elettrico – si passa da un volume di carico di 500 litri a 1.600.

volvo v90 d4 volvo v90 d4

Mi è piaciuta al primo sguardo. E’ decisamente accattivante e il frontale è una dichiarazione di guerra alle concorrenti. Quando ti accomodi e la guidi dimostra l’altra parte del suo carattere, dolce, veloce e decisamente confortevole. Si perché nel confort hanno puntato parecchio. Le finiture, come i materiali pregiati – pelle e legno – sono di alto livello, gli interni con un tipico design svedese sono molto lussuosi e accoglienti con forme geometriche ben definite. Nulla è lasciato al caso, l’essenzialità è “on board”, tutto o quasi si controlla dal tablet inserito al centro del cruscotto. L’essenza che respiri internamente è tipica di una Volvo. Il quadro strumenti è digitale, con una matrice ad alta definizione, che offre una lettura di qualità pari all’analogico in qualsiasi situazione di luce.

interno volvo v90 quadro volvo v90

I sedili sono performanti e permettono di essere “calibrati” a proprio piacimento con regolazioni elettriche molto precise; totalmente rivestisti in pelle morbida e adeguati a sorreggere senza affaticamento per lunghe percorrenze. Non dimentichiamo che stiamo parlando di una stradista per definizione. Inoltre sono stati progettati e sviluppati per proteggere la colonna vertebrale in caso di incidente. L’insonorizzazione è al top, niente fruscii aereodinamici o vibrazioni, i vetri sono doppi – due vetri laminati insieme – e i materiali fonoassorbenti sono praticamente ovunque. A bordo si può ascoltare la propria playlist musicale, con una qualità da sala, grazie l’impianto audio di “Bowers & Wilkins”.

 

“Vi potreste anche chiedere chi sono? Sono costruttori di impianti acustici di altissimo livello che vengono utilizzati anche nei leggendari Abbey Road Studios di Londra.”

L’impianto audio è molto sofisticato, con amplificatore Harman da 1.400 Watt a 12 canali, 19 diffusori e un diffusore centrale con tecnologia tweeter on top che aumenta il rapporto suono diretto/suono riflesso, in modo da creare un effetto “tangibile e realistico”, come spiega Stuart Nevill, Responsabile dell’Engineering presso Bowers & Wilkins.

Partiamo. Sotto il cofano troviamo il “D4”, un duemila quattro cilindri Diesel – euro 6 – in grado di sviluppare 190 cavalli con una coppia di 400 Nm e di spingerla fino a 230 Km/h. Abbinato al cambio automatico a otto marce, le prestazioni sono di tutto riguardo per una vettura da oltre 1.600 Kg di peso. Il cambio è adeguato alla vettura, confortevole, non strattona mai, ma non è velocissimo nei passaggi. Il paddle al volante, utile soprattutto per le scalate è disponibile come accessorio. In città, nella maggior parte delle volte, l’ho usata in modalità ECO, impostazione che ottimizza i consumi; su percorsi extra-urbani o di montagna in modalità DYNAMIC, cambia la mappatura del motore, la risposta dello sterzo dei freni esaltandone le prestazioni. Esistono altre due opzioni, la CONFORT per l’uso quotidiano e la INDIVIDUAL che permette di settare a piacimento alcuni parametri. Lo sterzo è fluido e preciso, non trasmette mai incertezza nella risposta. La V90 dispone dell’avanzatissima tecnologia di guida semi-autonoma “Pilot Assist” – di seconda generazione -, che controlla la velocità di crociera, la distanza dalla vettura che precede e la direzione, intervenendo in modo autonomo in caso di errori o sviste da parte del conducente al fine di evitare incidenti. Interviene direttamente anche sullo sterzo correggendo la traiettoria.

 

Dispone dei pacchetti di sicurezza al top presenti sul mercato: la rilevazione della presenza di animali sulla carreggiata, il sistema di mitigazione dell’impatto in caso di uscita dalla carreggiata e la possibilità di integrazione dello smartphone attraverso Apple CarPlay.

Si apprezza la qualità costruttiva anche nei semplici comandi e dettagli, in questa vettura nulla è stato lasciato al caso, il team di ingegneria e sviluppo ha lavorato in perfetta sinergia. Il modello provato, V90 D4 Geartronic Inscription, ha un prezzo di listino a partire da € 61.330 chiavi in mano.

 

José Citro

Scheda tecnica vettura: VOLVO V90 D4 Geartronic
MOTORE TERMICO 2.0 Diesel
Cilindrata cm3 1969
No cilindri e disposizione 4 cilindri in linea
Distribuzione 16 valvole
Potenza massima kW (CV)/giri 140(190)/4.250
Coppia max Nm/giri 400 Nm 1.750
Emissione di CO2 grammi/km 129
Omologazione Antinquinamento Euro 6
PRESTAZIONI
Velocità massima Km/h 225
Accellarazione 0-100 Km/h in sec. 8.5
Trazione anteriore
Freni anteriori DISCO AUTOVENTILATI
Freni posteriori DISCO AUTOVENTILATI
DIMENSIONI e PESI
Lunghezza/larghezza/altezza cm 494/188/148
Passo cm 294
Peso in ordine di marcia kg 1.615
Capacità bagagliaio litri 560 a 1.526
Pneumatici misura 255/35 R20
Dimensione serbatoio litri 55
CARROZZERIA
Carrozzeria STATION WAGON
Numero porte 5
Numero di posti 5
PREZZO
a partire da € 61.330,00

Guarda la nostra prova su strada

in onda anche sulle TV Telecupole, GRP, Videogruppo

Puoi leggere o scaricare la nostra prova in formato PDF

 

Guarda la nostra galleria fotografica

 

Guarda anche

MITSUBISHI ECLIPSE CROSS

Finalmente un crossover come si deve! Mitsubishi ha saputo intercettare il gusto di quanti prediligono …