Home / Pneumatici / PIRELLI POWERGY: SICUREZZA E SOSTENIBILITÀ PER IL NUOVO PNEUMATICO ESTIVO

PIRELLI POWERGY: SICUREZZA E SOSTENIBILITÀ PER IL NUOVO PNEUMATICO ESTIVO

OTTIMA FRENATA SU BAGNATO (TUTTA LA GAMMA IN CLASSE A), BASSA RESISTENZA AL ROTOLAMENTO E LIMITATE EMISSIONI DI RUMORE

SVILUPPATO GRAZIE A UN’USO ESTENSIVO DELLA REALTÀ VIRTUALE E DEI SISTEMI DIGITALI DEL REPARTO R&D DI PIRELLI

Un pneumatico che punta su sicurezza e sostenibilità, per la guida di tutti i giorni con benefici per l’automobilista e per l’ambiente. Debutta il nuovo Pirelli Powergy, pneumatico estivo dedicato al cambio gomme per i moderni crossover, suv, berline e monovolume. Un pneumatico nato grazie alle più recenti tecnologie di simulazione virtuale messe a punto da Pirelli e che sarà disponibile con 55 misure dai 17 ai 20 pollici nel corso di quest’anno, con indici di velocità che vanno da H a Y.

 

PROGETTATO PER DARE SICUREZZA E GARANTIRE ATTENZIONE ALL’AMBIENTE

Il nuovo Pirelli Powergy garantisce un’ottima prestazione in frenata sul bagnato, certificata dal valore A riportato sull’etichetta del pneumatico, che consente al guidatore di muoversi in sicurezza anche in caso di maltempo. Un’attenzione particolare è dedicata anche all’ambiente e alla sostenibilità, grazie a una bassa resistenza al rotolamento che riduce i consumi di carburante e quindi genera minori emissioni nell’atmosfera, a cui si aggiunge una bassa emissione di rumore. Testimoniati sempre dall’etichetta, il valore minimo per l’emissione di rumore e la classe B per la resistenza al rotolamento. Prestazioni che si traducono in comfort per l’automobilista e in sostenibilità ambientale.

POWERGY, NATO NELLA REALTÀ VIRTUALE

Per raggiungere le performance del Pirelli Powergy sono stati impiegati i più avanzati sistemi di virtualizzazione. Questi nuovi processi hanno consentito di sviluppare il disegno del battistrada e il profilo del pneumatico, ottimizzando l’impronta a terra. Questo ha permesso di bilanciare la forma dell’impronta con il suolo e uniformare le pressioni del contatto, limitando gli spazi di frenata e massimizzando le doti di controllabilità e precisione nella guida. Questi elementi combinati all’impiego di mescole con polimeri bilanciati, valorizzano le prestazioni su bagnato e la resa chilometrica. Il disegno del battistrada, costituito da canali longitudinali e da una caratteristica inclinazione dei traversini, permette anche un ottimo drenaggio dell’acqua, favorendo la sicurezza sul bagnato. Risultati raggiunti grazie anche all’analisi dei parametri ottenuti dall’impiego del simulatore statico presente presso il centro R&D di Pirelli a Milano e dalle prove finali di validazione in pista, che hanno permesso di ottimizzare i tempi e i processi di sviluppo di questo pneumatico, progettato in 18 mesi nonostante le difficoltà del contesto attuale, con una ridotta produzione di prototipi fisici di pneumatici e conseguenti benefici in termini ambientali. I processi elaborati dal reparto ricerca e sviluppo di Pirelli nella progettazione del Powergy saranno utilizzati anche sui prossimi nuovi pneumatici dell’azienda.

Guarda anche

PIRELLI, SPONSOR DEI MONDIALI DI SCI, A CORTINA CON LA GAMMA INVERNALE

SUI SOCIAL MEDIA PIRELLI “APRE LE PORTE” AGLI APPASSIONATI  Al via i FIS Alpine World …